Come il coaching può migliorare la qualità della vita

19/04/19Articoli

Impiegato prima nel mondo dello sport, poi in quello aziendale, oggi il coaching si sta diffondendo anche in ambito personale.

Il coaching è uno strumento di miglioramento personale, relazionale e professionale estremamente pratico, concreto ed efficace e, nonostante tutto, poco utilizzato.

In effetti, non è ben chiaro ancora a tutti cosa sia effettivamente il coaching e in che modo possa davvero migliorare la vita delle persone.

E a dire il vero, riuscire a darne una definizione completa ed esaustiva non è una cosa tanto semplice. L’uso improprio ed esteso ormai del termine coach a qualsiasi ambito professionale, rende la cosa ancora più complessa.

Cosa fa nel concreto il coaching

Il coaching può essere descritto come quel processo che aiuta l’individuo, gruppi o aziende ad andare da un punto A a un punto B.
E già il termine inglese Coach, che in italiano si traduce con carrozza, mezzo di trasporto, rimanda al concetto di movimento, spostamento, trasporto.
Il Coach perciò è quella figura professionale che accompagna il Coachee da una situazione attuale a una desiderata attraverso un piano di azione.

Cosa non è il coaching

Non è psicoterapia in quanto:

  • Non esplora il passato
  • Non fa diagnosi
  • Non fa valutazioni
  • Non aggiusta

Non è consulenza in quanto:

  • Non da consigli
  • Non suggerisce risposte
  • Non da soluzioni

Non è counseling in quanto:

  • Non è una relazione di aiuto
  • Non lavora sulla sofferenza o disagio di tipo esistenziale

Non è magia in quanto:

  • Non è un cilindro magico
  • Non fa miracoli
  • Non trasforma l’acqua in vino e il ferro in oro

Nel coaching:

  • La relazione tra Coach e Coachee è una relazione paritaria dove un professionista offre un servizio
  • Il Coach non si sostituisce all’operato del cliente, ma lo affianca
  • Il Coachee non sviluppa dipendenza dal Coach, ma acquisisce autonomia grazie a strumenti che potrà applicare su se stesso fin da subito
  • Il Coachee è parte attiva e non passiva nella riuscita del suo progetto di crescita personale
  • Il focus è sul come e non sui perché
  • Il coah è responsabile del processo di coaching e non dei risultati del coachee

Il coaching è così efficace perché:

  • Facilita i processi di cambiamento
  • E’ un metodo orientato al futuro e alle azioni utili per conquistarlo
  • Permette di definire gli obiettivi in modo chiaro e specifico e di allineare scelte, azioni e comportamenti in funzione dell’obiettivo da raggiungere
  • Sviluppa consapevolezza nella persona delle proprie potenzialità, capacità e abilità
  • Stimola la persona ad attivare le proprie risorse e a elaborare tecniche e strategie di azione adeguate per raggiungere i propri obiettivi
  • Permette di sfruttare al massimo il proprio potenziale e ottenere migliori perfomance in ambito personale e professionale
  • Supporta l’individuo nel passaggio dal pensiero all’azione
  • Facilita l’esplorazione delle alternative e il riconoscimento di nuove opportunità
  • Incrementa l’autonomia e l’assunzione di responsabilità, ovvero la capacità di rispondere a ciò che succede
  • Promuove la creatività e l’espressione della persona
  • Crea un nuovo modello di pensiero e comportamento
  • Favorisce la proattività e la capacità di scelta e decisionale

Quali sono le aree sulle quali il coaching può intervenire

Sono varie e specifiche in base all’area di intervento (life, business, career, executive, corporate, sport). In linea di massima un lavoro di coaching viene richiesto quando si vogliono migliorare le relazioni personali e professionali, ristabilire equilibrio tra vita privata e lavorativa, rafforzare autostima e fiducia in se stessi, affrontare il nuovo e il cambiamento, gestire lo stress, avere una migliore gestione del tempo, cambiare comportamenti e abitudini non funzionali, migliorare la comunicazione, gestire i conflitti, superare la paura di parlare in pubblico, migliorare l’atteggiamento mentale.

A chi si rivolge il coaching

A chiunque desideri migliorare aspetti della propria vita personale, relazionale e professionale.

Quali sono i presupposti per intraprendere un percorso di coaching

In primo luogo ci vuole la domanda di coaching e in secondo luogo la volontà di fare un lavoro su se stessi.
Per chi decide di intraprendere un percorso di coaching deve essere chiaro che il cambiamento desiderato verrà raggiunto a patto che si portino avanti le scelte e si mettano in pratica le azioni programmate.
Senza questo impegno, il lavoro del Coach non porterà nessun beneficio nella sua vita e né tantomeno si potranno realizzare i cambiamenti desiderati.

Il coaching offre una concreta opportunità di realizzare il cambiamento desiderato.

Intraprendere un percorso di coaching significa prendere in mano la propria vita e portarla a un nuovo livello di benessere e soddisfazione.

Provare per credere!

Pin It on Pinterest

Share This